Daniele Marinelli e la sua DTSocialize: la rivoluzione tutta italiana del mondo delle criptovalute

Daniele Marinelli e la sua DTSocialize: la rivoluzione tutta italiana del mondo delle criptovalute

Agosto 16, 2021 0 Di admin

Registrandosi a Ushare, hai la possibilità, come abbiamo già anticipato prima, di comprare DTCircle token e altri prodotti ddell’ecosistema DTCircle (vedi le apposite sezioni “Ushare token” ). Ma cosa sono questi DTCoin intorno ai quali ruota la Ushare che commercializza prodotti e servizi dell’ecosistema DT Circle? Cerchiamo di capire insieme cosa sia questo mondo, a molti ancora sconosciuto, e cerchiamo di comprendere a fondo quanto sia grande la sua importanza, a volte ancora nebulosa, in un mondo che lascia sempre più spazio alla tecnologia e ad i nuovi modi di monetizzare il proprio tempo, la propria esperienza ed i propri dati.

DTCoin e DTSocialize: originale firma italiana nel mondo dei Big Data

Come abbiamo già visto in altri articoli (DtCoin Ushare e Ushare DTCoin), Ushare, tra le tante cose, è anche la community dove i partecipanti possono utilizzare e contribuire a generare la moneta digitale denominata DTCoin. Ma cos’è esattamente questa DTCoin? Molti parlano di essa come della prima criptomoneta italiana: in realtà, non è esattamente così. Sicuramente quella di Daniele Marinelli, CEO di DT Socialize (leggi anche: DTSocialize cos’è), è stata un’idea che ha rivoluzionato il mondo dei Big Data per la prima volta con una firma italiana (più precisamente, romana), invece che con le solite firme dei grandi colossi internazionali del web.

Sin dal 2010-2011, quando in Italia si cominciava a parlare di Bitcoin, la sua idea infatti fu proprio quella di contribuire a quella che è la creazione, a partire da un codice informatico, di una valuta complementare a quella ordinaria. 

Più che una criptomoneta, infatti, DTCoin è una moneta digitale a partire dalla quale è stato creato un vero e proprio ecosistema di economia complementare. Nel mercato degli asset digitale, la moneta digitale DTCoin sta sempre più spopolando ed acquisisce un’attenzione sempre più crescente da parte della Crypto community.

La novità di DTCoin sta nell’essere per la prima volta basata sui Big Data, ovvero sulle informazioni che gli utenti forniscono navigando sul web. 

Più nel dettaglio, DTCoin è una moneta digitale che si basa sulla richiesta e l’offerta del traffico dei dati generati e raccolti. Ad incrementare il volume delle transazioni nell’ecosistema DTcircle è l’obbligo, da parte di chi vuole acquistare i dati raccolti, di pagare con il DTCoin.

Quello dei Big Data è un mercato sempre più in crescita, come testimoniato anche dai numeri: solo per il 2021 è previsto un valore totale di 456 miliardi di dollari.

Daniele Marinelli e la rivoluzione nel sistema monetario

La grande rivoluzione di Daniele Marinelli sta quindi anche nel modo in cui egli ha rivoluzionato il sistema monetario: se prima il sistema del denaro si basava su una quantità fissata d’oro (motivo per cui quindi anche la moneta fiat poteva scendere o salire di valore), DTCoin è la prima moneta stabile che non perde mai valore. Nel mondo DT Coin prezzo e valore assumono quindi nuovi significati.

Ciò avviene perché, grazie alla precedente esperienza del commercialista Daniele Marinelli e grazie al suo lungo studio ed analisi del mercato, nel nuovo ecosistema che egli ha creato, chiamato “DTcircle”, lo strumento di riferimento del valore è il DTCoin stesso.

Esso è infatti il punto di riferimento per tutti i profitti generati attraverso gli strumenti volti ad acquisire e ad analizzare i big data. Il suo valore si basa quindi su richieste, offerte e traffico di dati generati e raccolti: è la prima moneta il cui valore non può mai scendere, ma anzi crescere in maniera lenta e costante grazie al supporto del mercato dei dati. Si tratta di un algoritmo matematico che consente una crescita della capitalizzazione, creata attraverso la criptovaluta. Per Daniele Marinelli DTCircle, DTCoin e tutto il progetto intorno ad essi sono stati quindi una fase molto importante per il suo ingresso e la sua rivoluzione nel sistema monetario.

La DTCoin presenta quindi innumerevoli punti di forza non solo rispetto alla moneta tradizionale, ma anche e soprattutto rispetto alle altre criptovalute presenti nel mondo degli asset digitali. Qualsiasi novità in questo ambito, infatti, deve essere affidabile, tecnologicamente sicura e stabile nel prezzo. 

Se le altre criptovalute sono basate solamente sul modello di domanda e offerta, DTCoin si differenzia da queste perché il suo obiettivo è quello di creare una comunità di almeno 100 milioni di utenti in tutto il mondo.

Non solo: la sua velocità di transazione, rispetto alle altre criptovalute, è davvero insuperabile. Se il tempo medio di transazione di un Bitcoin è di un’ora e quello di un Litecoin di quattro minuti, la conversione di un DTCoin richiede meno di un secondo.

Inoltre, i DTCoin possono essere inviati a tutto il mondo non solo in modo ultraveloce, ma anche senza alcun aggravio di commissioni.